Hic et Nunc si prepara a portare tutto il sapore del Monferrato anche oltre i confini regionali e nazionali. Perfino in Polonia, dove lunedì 11 febbraio 2019 sarà tra i protagonisti di “Barolo&Friends for Quality CIA” di Varsavia: l’evento di degustazione è promosso dal consorzio I Vini del Piemonte in collaborazione con la Confederazione Italiana Agricoltori di Alba.

L’appuntamento sarà presso il Viktac luxury brand store, in una cornice prestigiosa e affascinante nel centro della capitale. Oltre a un’imperdibile wine dinner e alle master class di approfondimento per professionisti e consumatori, il programma dell’evento ospita anche seminari rivolti ai produttori presenti ed esclusive walk around tasting.

Ma perché organizzare un evento di tale caratura proprio in Polonia? La risposta è davvero semplice. Negli ultimi anni, il mercato polacco ha rappresentato un fertile terreno per l’export italiano, soprattutto in riferimento al vino e ai prodotti gastronomici: questa categoria ha toccato un valore di ben 538,97 milioni di euro nel 2017, con una crescita annuale del 13,3%. E le stime dei primi 9 mesi del 2018 lasciano sperare in un ulteriore aumento.

L’attuale mercato vinicolo polacco, inoltre, è quasi interamente rappresentato dalle importazioni, a favore in particolare di Italia e Germania. Il vino del Bel Paese può godere infatti di un sentiment favorevole, in quanto considerato raffinato, salutare e di elevata qualità. Scendendo nel dettaglio, i palati polacchi sembrano prediligere gli spumanti e i vini rossi: una combinazione ideale per l’eterogenea offerta di Hic et Nunc.

La presenza della cantina Hic et Nunc al “Barolo&Friends for Quality CIA” è anche legata alla particolarità del mercato della Polonia: in esso dominano le vendite al dettaglio e risulta dunque necessario rapportarsi direttamente con gli operatori locali e gli oltre 700 piccoli e medi importatori, per aumentare il proprio raggio di mercato.

Insomma, #PolandCalling… e Hic et Nunc risponde!